Archive | July, 2007

postatomico

 

 

  

 

un buongiorno a tout le monde.
sono tornato da 24 ore e minivacanze per ricominciare a lavorare con un porcello alla nuova roba per la Vertigo, a una storia di supereroi in case di cura scritta da giustina porcelli e a questo nuovo progetto con akab. tre lavori che dovrebbero riconciliarmi con la voglia di fare.
la 24 è stata postatomica, come sempre: un sacco di amici che non vedevo da una vita, gli organizzatori che si sono fatti un culo cosi; l’alba in questo immenso campo sterrato popolato solo da rifiuti post concerti e da noi (inutile, noi fumettisti restiamo sempre delle metafore viventi) ecc ecc.
abbruttimento, voglia di morire, fastidio verso tutti, luci al neon su facce già verdi in partenza. insomma, è andata! volevo usare sta 24 ore per farmi i compiti in classe e vedere se riuscivo a fare una storia che avevo in mente, ispirata all’omicidio-suicidio di chris benoit contro la sua famiglia.
purtroppo la stanchezza e certi beni di conforto giovani mi hanno degradato lentamente,così non ricordo come sia venuta..in effetti, chi si ricorda un cazzo?!
presto dovrebbe essere online sul sito della 24 ore , i cui links trovate nel post precedente. lì capiremo tutti se ho fatto una figura di merda.
intanto grazie a quelli dello spazio bianco e a jonny baldini, e poi suggerirei basta con sta cosa delle 24 ore. facciamo meno ore in modo da tentare qualcosa di qualitativamente migliore (dunque non influenzato solo da fatica fisica e desolazione da neon mentre tutti gli esseri umani dormono o fanno all’amore).
la resistenza fisica è un buon fattore da valutare, ma alla fine diventa preponderante sulla storia, che invece dovrebbe essere la cosa piu importante. Invece si finisce con la nausea verso il disegno e il racconto, mentre dovrebbe essere una sorta di orgasmo finale che ci riconcilia con la nostra missione di fumettisti entusiasti !!
Uscire nauseati da un’esperienza che ha a che fare con ciò che amiamo è strano: sembra volerti ricordare che fare fumetti è sempre e comunque una sofferenza.

 

comunque baci a quelli che c’erano e a quelli che mi hanno scritto nel frattempo, e un saluto ad andrea Gadaldi, che nonostante fosse tra i non professionisti se ne è fregato di ogni timore reverenziale e ha sfornato una tavola sola (bellissima) per fotocopiarla 24 volte cambiando solo il testo. Genio della libertà individuale e paladino della lotta alle regole, avercene di andrea gadaldi! i disubbidienti salveranno il fumetto?
sentiremo parlare ancora di lui.

vi amo tutti

Posted in NewsComments (39)

Tournèe

 

 

  

aspettando di cominciare questa nuova storia per l’america, più altri cotillons di cui riparleremo e di cui l’illustrazione ivi presente è parte del parto, me ne parto.
a fare la 24 ore del fumetto a firenze, nell’ambito dell’ italia wave.
partecipo per la seconda volta perchè ci starà un sacco di bella gente da rivedere, e poi finalmente il posto non avrà le luci al neon e l’atmosfera stile “qualcuno volò sul nido del cuculo”, ma ci sarà la musica, i giovini ecc.

mi trovate là il 21 e il 22 luglio,dalle 20 alle 20 (orario continuato) oppure in diretta web al blog ufficiale.
e poi ci risentiamo tra qualche giorno.

Ps.
visto quanti links? un sacco di valore aggiunto, nevvero?

Posted in NewsComments (24)

SENZA CONSERVANTI E COLORANTI PER UN FUTURO MIGLIORE

wonderland

Posted in NewsComments (20)

DA VEDERE

 

 

 

Una delle persone che più ammiro, per coerenza e scelte difficili e per un cervello che funziona in maniera vertiginosa, sta per inaugurare una mostra personale che chiunque dovrebbe vedere.

Chicco è un genio: manipolatore di icone ,grafico all’avanguardia e persona che ti può insegnare tanto della vita reale.

Come al solito chi è davvero qualcuno non ha bisogno di dimostrarlo con inutili sovrastrutture da duro, maledetto, rockstar o altre cazzate virtuali.
Questi personaggi lasciamoli al ghetto di chi ha paura a mettersi in discussione.
Per lui fa fede il suo sguardo, che quando ti parla non si smuove di un centimetro dai tuoi occhi.

Chicco è umile, il giusto, perchè non c’è bisogno di annullarsi in nome di una finta modestia. capite subito che ha qualcosa da dare: è consapevole di aver contribuito con i suoi lavori a portare avanti un percorso importante nella cultura cosiddetta underground (passami il termine ,Chicco!) in tempi non sospetti, collaborando con i grandi nomi di questo mondo; ma non si affanna mai a gridartelo dietro. Aspetta che sia tu a raggiungerlo. non vuole celebrazioni, ma raccontare il mondo dal suo punto di vista. e credetemi, ne ha di cose da dire..

Il nostro idolo affascina perchè mette la sua vita nelle sue opere, che urlano un disagio profondo ma anche la voglia di non piegarsi mai e di combattere instancabilmente per ottenere ciò che è giusto..

 

AVVERTENZA!

Portate pazienza: Chicco non disegna robot giapponesi guidati da bambini cerebrolesi o donne con le tette grosse e le fottute orecchie da elfo, perchè il mondo reale è un’altra cosa.

Il ragazzo è pieno di stile, fatevi furbi e andate a rubargliene un pò!

 

 

Chicco Aiello 

SCORIE… di tutti i giorni

Libreria Antiquaria Bernardini

via Mascardi 35

Sarzana

tel 0187 607786

Posted in NewsComments (63)