Categorized | News

VOTA NIXON

 

 

  

 

Oggi

Akab ha curato e preparato una rivista.

chiunque amasse il fumetto dovrebbe guardarsi Nixon, perchè c’è tanta sincerità e zero paraculate.

è piena di Stimoli, capite? è una parola rara nel fumetto, merce rara in tanto fumetto: vuol dire idee, ispirazione, ricerca.

e il talento è presente in dosi massicce.

da guardare (e comprare)

 

vota Nixon.

 

 

Share and Enjoy:
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google
  • Technorati
  • MySpace
  • StumbleUpon
  • Live
  • TwitThis

10 Comments For This Post

  1. aka b Says:

    segiuranno presto tutti i nostri curriculum.
    sulle Vostre lingue .

    e le nostre suole
    sulle Vostre vitaee.

    g.d.b
    aka
    la tua testa decapitata.

  2. aka b Says:

    “tutto ciò è grottesko
    lo scarso non fà per me.”

    Dj Gruff

    mille skiaffi come un grosso applauso.

    aka Benedetto

  3. aka b Says:

    http://mattatoio.splinder.com/post/14439521#comment

    questi non lihai ancora letti…

  4. oscar Says:

    ehi sembra una buona cosa, vado a dare uno sguardo, ma si può partecipare? :D

  5. grezzodeluxe Says:

    ho scritto per smetterla con tutta sta merda sparsa per internet.
    il resto, per come la vedo io, andrà dimostrato coi fatti e i contenuti da qui in poi.
    torno nel mio autismo consapevole.

  6. alberto Says:

    ho rieditato il post .
    non lo avevo mai fatto prima, ma ho capito di essere alla saturazione, per quanto riguarda certi argomenti e per come vengono affrontati.
    Mi incazzavo per le chiacchiere sentite in giro riguardo alcuni amici, e mi dicevo come fosse possibile tanto sproloquiare al posto di fare i fatti. lo dicevo in modo duro, ma ci stava, in fondo, perchè ormai i toni son quelli.
    Me lo son riletto.
    ed era esattamente assurdo come tutti i post letti in giro che mi hanno fatto girare le palle!
    chi legge da fuori i blogs del fumetto deve pensare che è un mondo di frustrati, di gente incapace di mettersi in discussione e buona solo ad attaccare il prossimo per far sembrare migliore la propria sbobba.
    Ammesso anche che uno abbia delle ottime idee se le sputtana facendo il minaccioso in internet.
    C?è tanta rabbia espressa male nel nostor mondo: produrre dei buoni lavori dovrebbe essere la prima cosa da fare, sapersi mettere in discussione con se stessi e col prossimo dovrebbe essere la seconda.
    Son stanco di ste cose, e da oggi basta commenti su quello che è un coglione e quell’altro non capisce un cazzo.
    da una parte e dall’altra.
    Almeno qui,nella realtà virtuale che sembra esser diventata la realtà reale di tutti i fumettisti.
    più aria aperta e discussioni dal vivo (se proprio), ma soprattutto piu fatti.

  7. Margherita Says:

    Ok, finalmente si è incarnato questo progetto sibillino. E ad essere sincera, dai nomi che ho visto partecipano, è roba tosta, proprio-proprio godibile. Iammavvrè…

  8. michele Says:

    Da che ne ho sentito parlare sono curiosissimo. Anche perchè Akab è un geniaccio di quelli difficili da definire.
    Ho tante aspettative da questa rivista e questa è la cosa peggiore: alla fine la comprerò e la leggerò. C’è bisogno di nuova vitalità in giro.
    La copertina è davvero bella.

  9. carlo bocchio Says:

    @GRZ
    Ma come mai c’è sempre della merda pure qui ultimamente?
    L’ultima me la sono persa(meno male).
    Magari Lucca poteva e potrebbe essere l’occasione per vedere dal vivo anche quelli che in rete sono peggio ke dal vivo, e magari instaurare una amicizia.
    Magari ho detto, cioè sono possibilista non di più.

    buonasera

  10. grezzodeluxe Says:

    @carlo.
    la merda c’è sempre stata, pure qui. se ricordi cera un tentativo di denuncia per alcune frasi dette da te all’indirizzo di un altro con zero umorismo.
    il meccanismo è sempre lo stesso:uno scrive, generalmente con lo stesso stile di quando parla, e chi legge decide se interpretare con ironia o meno i vari commenti.
    qualcuno ha esagerato, e non è un segreto, penso di averlo detto una tonnellata di volte.
    poi però,chiunque qui ha sempre scritto ciò che vuole.
    sta agli altri decidere come interpretarlo liberamente e di giudicare eventualmente colui che ha scritto.

Leave a Reply