Tag Archive | "Joshua Dysart"

RASSEGNA STAMPA

Tags: , ,

RASSEGNA STAMPA


0819unknownsoldiertpb1

ciao,
in questi mesi di sudore e sangue  e posizioni a novanta per disegnare e consegnare, sono successe delle cose.
Per quanto riguarda Unknown Soldier siamo alnumero 11, dopo il 12 mi prendo una pausa di un paio di numeri (che disegnerà Pat Masioni e sono molto curioso di vedere il suo lavoro) ,ricomincerò il ciclo  dal numero 15 cambiando leggermente stile e riprendendo quello di Blatta, sempre sui colori del wonderful Oscar Celestini.

La stampa, quella vera extrafumetto, ha parlato di Unknown SOldier.

Il New York Times ha dedicato alla recensione (e intervista con Joshua Dysart) praticamente un’intera pagina, questo ha fatto sì che molti altri , fra quotidiani e radio ecc, si interessassero al  nostro fumetto. Personalmente sono stato intervistato da Repubblica, El pais e altri, mentre Josh è finito sulla BBC e in altri mille posti.

qui un pò   di links:

 

New York Times

El Pais

Repubblica

 ( qui hanno un pò cambiato le mie parole, in effetti io non sono un paladino del fumetto di denuncia ecc, ma va benissimo)

 

Segnalo inoltre un paio di recensioni in italiano.

La prima è di Andrea Lavagnini per comicsblog (è di un pò di tempo fa, ma è stato il primo a parlarne, forse l’avevo già segnalata, boh? chissene, merita sempre quindi fate un salto se vi va), mentre la seconda è di quel geniaccio di Harry Naybors, il cui sito di analisi del fumetto è sempre stimolante e provocatorio,  insomma seguitelo che merita. Links! :

Comicsblog

Harry dice

 

torno nel loculo.

Posted in Featured, NewsComments (6)

UNKNOWN SOLDIER #5-6

Tags: , ,

UNKNOWN SOLDIER #5-6


cover-large5

Col numero 6 si conclude il primo arco di storia.
Al solito potete andare sul sito redatto da Josh per vedere qualche tavola nel suo processo completo (dalla sceneggiatura fino alla tavola colorata e letterata).
Non so quanti lo abbiano letto finora in italia, ma Josh sa scrivere cazzo..non esagera mai quando potrebbe, tiene tutto sempre sul bordo,  lo supera solo quando serve e ti incatena in una serie di situazioni che vorresti esplodessero in qualcosa di liberatorio e invece restano sospese, impreviste e imprevedibili, come nella realtà.
In un certo senso non accontenta mai il lettore che vuole la soluzione alla Die Hard, forse perchè vuole ricordarci continuamente che si sta facendo fiction ambientandola in un luogo dove la guerra è reale, e dunque le cose non evolvono sempre e solo come le vorremmo noi, lettori nerd pronti alla prossima esplosione in dolby surround salvo poi tornarcene a casetta nostra, sani e salvi, a guardare i siti porno.

Unknown Soldier è in nomination come miglior nuova serie agli Eisner awards. Yeah.

Posted in Featured, NewsComments (9)